Alla Pro Loco di San Mango Piemonte il V premio “Carciofo Bianco” di Auletta per l’impegno sociale a favore del territorio.

La Pro Loco di San Mango Piemonte protagonista alla IX edizione della “Festa del Carciofo Bianco” di Auletta. L’evento organizzato dalla Pro Loco di Auletta dal 28 aprile 2018 al 1 maggio 2018, ha acceso i riflettori sulla storia, tradizione e gusto di un carciofo unico, rappresentativo di un territorio e di una identità rurale di pregio.
Dal 1131 il piccolo borgo di Auletta, nel cuore della Valle del Tanagro, è “paese dell’olio e dell’ospitalità”. Una definizione che come un destino ha mantenuto integra la passione nel tutelare prodotti agricoli, tipicità e tradizioni assieme alla voglia di condividerle.
Qui, dove il lavoro ha sempre fatto rima con agricoltura, nasce un prodotto di nicchia che ha conquistato chef e gourmet per le sue caratteristiche organolettiche e la sua versatilità.
Ottimo crudo, resta elegante e particolarmente morbido anche dopo la cottura. Un cuore bianco che gli ha conferito una fama che non sempre riesce a soddisfare.
Ancora pochi gli ettari destinati a questa varietà fino a poco tempo fa solo “privata”, che pian piano si affaccia al futuro grazie ad agricoltori lungimiranti e nuove scommesse. Il paese di Auletta assieme a Caggiano, Pertosa, Salvitelle, rappresenta la sua storica area di produzione.
Ogni anno, grazie all’attività della Pro Loco, il paese e gli agricoltori propongono un lungo fine settimana per far scoprire il territorio ed il suo carciofo, grazie a “taverne” gastronomiche, salotti culinari, cooking show, itinerari e musica popolare.

Il nutrito programma dell’edizione 2018 ha coinvolto anche la Pro Loco di San Mango Piemonte con il matrimonio gastronomico tra “gustannurca” e “Bianco Tanagro”. Domenica 29 aprile, nel complesso monumetale dello “Jesus” di Auletta, la Pro Loco di San Mango Piemonte, rappresentata dal presidente Nicola Vitolo, e dai componenti del consiglio direttivo Michele Gaetano Barra, Raffaele Della Cava, Alfonso Ferrara, Ernesto Pisano e Candido Ventura,  ha partecipato al cooking show “Il Carciofo Bianco incotra la mela annurca di San Mango Piemonte” con lo chef Vincezo Citro del ristorante “La Sfera” di Baronissi “, un incontro tra salotto e cucina, saperi ed arte culinaria,  sapori ed assaggi di cibi e preparazioni gastronomiche, condotto dalla giornalista enogastronomica Antonella Petitti.
Galeotta la IX edizione del Bianco Tanagro, lo chef Enzo Citro del ristorante “La Sfera” di Baronissi ha fatto da padrino al gustoso matrimonio della mela annurca col carciofo bianco di Auletta, in cui   la seppia del mediterraneo, sbollentata sottovuoto dallo chef Citro, ha amalgamato da buon madrina i sapori crudi dei due ingredienti primari. Un saporoso connubio creativo, fresco ed innovativo di sicuro futuro gastronomico. 
Martedì primo maggio, invece,  la Pro Loco di San Mango, presente alla IX edizione della festa del carciofo bianco di Auletta dal 28 aprile al primo maggio anche con uno stand promozionale, è stata invitata a partecipare alla cerimonia di premiazione del “Carciofo Bianco” tenutasi nel complesso mnumentale “Jesus” alla presenza di diverse autorità ed un folto e qualificato pubblico.
Nel corso della iniziativa di chiusura della edizione 2018, sono stati rilasciati i seguenti premi:
– Premio Speciale Carciofo Bianco al prof. Mario Perrotti Presidente Unpli Campania
– 5°Premio “Carciofo Bianco” :
per la buona comunicazione a Radio Castelluccio
per la buona informazione UNO TV WEB
per il buon vino a TENUTE DEL FASANELLA
per la buona agricoltura a MELLIS di Foti Enrico
per il buon associazionismo all’Associazione Monte Pruno GIOVANI
per la buona imprenditoria Caseificio CAMPOLONGO
per la buona ricerca alla dott.ssa ROSA PEPE
per il buon giornalismo ad ENZO LANDOLFI
per l’impegno sul territorio Pro Loco Bagnoli Irpino (AV)
per l’impegno sul territorio Pro Loco Paduli (BN)
per l’impegno sul territorio Pro Loco Sessa Aurunca  (CE)
per l’impegno sul territorio Pro Loco Villaricca (NA)
per l’impegno sul territorio a Pro Loco San Mango Piemonte (SA).
La consegna dei premi si è conclusa con la consegna del “6° premio Carciofo d’oro” al maestro pasticciere Giuseppe Manilia di Montesano sulla Marcellana, insignito nel 2017 dall’Accademia dei Maestri Pasticceri Italiani quale miglior pasticcere dell’anno in Italia. Un riconoscimento di prestigio per questo giovane pasticcere, che ha al suo attivo già altri premi come il primo posto al concorso “The best Dolce alla Nocciola in the World” a Cortemilia (Cn) conseguito l’anno scorso, in cui si sono sfidati 18 pasticceri provenienti da otto nazioni di tre continenti.
Ancora, ha ricevuto le “Tre Torte” per due anni consecutivi sulla guida del Gambero rosso, e le “Tre Forchette” che gli hanno valso il titolo tra i primi 8 pasticceri nazionali, tra più di 500 selezionati.
Cosa sorprendente è che Giuseppe Manilia non ha fatto studi specifici in pasticceria, è infatti un autodidatta, che ha imparato giorno per giorno il mestiere e ha costruito il suo personalissimo modo di fare i dolci, che a quanto pare riscuote grandissimo successo.
Delicatissimo e gustosissimo il dolce con carciofo bianco di Auletta preparato dal maestro Manilia che ha conquistato i palati di tutti i presenti alla cerimonia di premiazione.

 “Onoratissimi di ricevere il V premio “Bianco Tanagro” rilasciato nell’ambito della IX festa del carciofo bianco di Auletta – ha commentato il presidente della Pro Loco di San Mango Piemonte – Grazie per la stima e la considerazione dell’azione promotrice che da anni porta avanti la Pro Loco di San Mango Piemonte. Il presidente, il consiglio direttivo e tutti i soci ne sono orgogliosi e fieri perchè esso è il suggello a livello provinciale dell’impegno volontario, passionale, concreto ed encomiabile a favore del territorio, ed è uno stimolo maggiore ad andare avanti in questa meritoria azione di promozione socio culturale delle risorse salernitane. Lo volete voi del comitato provinciale UNPLI che avete scelto la Pro Loco San Mango per questo premio, l’ha caldeggiato Lupo Giuseppe che ci ha coinvolto col gemellaggio gastronomico tra mela annurca e carciofo bianco, lo motiva il caro Enzo Landolfi che col suo libro “158 comuni” ci apre alle bellezze sostenibili di una provincia piena di risorse ed eccellenze, lo sostiene il nostro animo di ambasciatori di identità e genuinità, lo puntella il nostro cuore missionario di solidarietà e ben essere.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *